Un paio di giorni fa ho notato che, nelle statistiche di accesso al blog del mio libro “Webmaster con WordPress“, compariva una ricerca in cui era evidente che la persona stesse cercando una versione PDF del volume da scaricare ‘a scrocco’ e si notava il suo accesso a un sito che a prima vista sembrava appunto offrire il download gratuito di libri italiani (fra cui il mio, appunto) e stranieri attraverso uno dei soliti servizi online simili a Rapidshare, Mediafire, Hotfile o il defunto e tanto discusso MegaUpload. Oltretutto dallo stesso sito/blog proveniva un link verso il mio blog, anche questo evidenziato dalle statistiche. Incuriosito, ho voluto indagare sulla cosa.

il mio libro "webmaster con wordpress" sul blog pdf4it.com

Il sito si chiama pdf4it.com (non lo linko per non dargli ulteriore ranking, vista la sua attività illegale e truffaldina) ed è collegato con un servizio chiamato NetLoad.in che, guarda caso, lascia scaricare i file solo agli utenti Premium, ovvero coloro che hanno pagato una forma di abbonamento a scelta. Ed è qui che, oltra all’illegalità intrinseca del sito pdf4it.com scatta anche la truffa, perpetrata attraverso il servizio di download, truffa che ho scoperto nel momento in cui ho provato a registrarmi per vedere se il mio libro era davvero scaricabile, e dopo aver notato che il file non si apriva mi sono insospettito e ho provato a ripetere l’operazione con altri libri scelti a caso.

netload.in il sito dove pdf4it perpetra la truffa sui libri pdf scaricabili

Ho scoperto così il vero imbroglio che si celava dietro il finto atto di pirateria editoriale: il simpatico (si fa per dire) gestore del sito pdf4it.com, infatti, ha semplicemente caricato su NetLoad.in una serie di archivi compressi .RAR ‘corrotti’ (ovvero inutilizzabili in quanto tentando di decomprimerli danno errore) creando così dei download fittizi, e ovviamente avrà pensato di affiliarsi al suddetto servizio per guadagnare su ogni pagamento effettuato dagli utenti.

Per fortuna questa ‘indagine’ mi è costata meno di 5 euro perché avevo scelto l’iscrizione più economica solo per verificare la presenza di una copia illegale del mio libro, ma pensando a quanti, allettati da questo sito e dalla possibilità di scaricare a scrocco quello e altri libri, non solo pagheranno per un servizio evidentemente e sfacciatamente illegale ma resteranno anche truffati, ho voluto segnalare il fenomeno in modo che in qualche modo sia noto e, forse, qualcuno riesca a debellarlo (per quanto i dati relativi al dominio di pdf4it.com non siano proprio il massimo della trasparenza, come del resto era prevedibile).

Che dire? Di sicuro pdf4it rappresenta un caso più unico che raro, dove all’ideatore non è immediatamente imputabile un reato (lui si limita a inserire copertine e descrizioni, copiate e incollate, dei libri nel suo blog) ma che sicuramente gli frutterà bei quattrini grazie all’ingenuità degli internauti italiani e stranieri.


Ricerche che hanno condotto a questo articolo:

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

Share This