Tablet, amici e… sorprese!

 

Premessa doverosa

Faccio una premessa prima di affrontare il discorso tablet e il confronto fra Galaxy Tab e Mediacom Smart Pad: sono stato praticamente COSTRETTO a scrivere questa recensione, e chi conosce il “losco figuro” che un tempo si nascondeva dietro il blog di Flashblack, dedicato ad  hitech e fantascienza e che ci fece conoscere e diventare amici, oltre che annoverarlo fra i collaboratori editoriali più dinamici che abbiano mai scritto nelle riviste curate dal sottoscritto, non si stupirà di quest’affermazione. Ma visto che ho assistito praticamente ‘in diretta’ al suo sbalordimento, e vi assicuro che erano anni che non lo vedevo tanto esaltato per un prodotto hitech, non ho potuto resistere, di conseguenza beccatevi questa chicca che potrebbe stravolgere i vostri punti di vista sul mondo dei tablet ‘economici’. Ma permettetemi prima di ringraziare Marco Aurelio per le minacc… ehm, per le testimonianze e l’incoraggiamento su questo gioiello poco conosciuto e per niente apprezzato ma che, come vedrete, merita davvero!

UPDATE IMPORTANTE: ovviamente dal momento in cui questo articolo di comparazione è stato pubblicato i prezzi sono cambiati e sono comparsi nuovi modelli, ma il confronto rimane sempre interessantissimo e vi invito a cliccare sulle foto o sui nomi linkati dei due prodotti per verificare i prezzi attuali o quantomeno aggiornati.

 

Alla ricerca del tablet migliore

Come molti di voi già sanno, utilizzo da oltre un anno un iPad e un Galaxy Tab da 7 pollici, e come il “losco figuro” di cui sopra seguo attivamente il mondo della tecnologia mobile da quando esiste (parliamo degli anni novanta, mica l’altro ieri). Ho avuto per le mani diversi tablet ‘cinesi’, che si sono rivelati puntualmente una delusione per l’una o per l’altra carenza (batteria, display, feedback, ingombro e peso) ma soprattutto per l’evidente scarsa qualità della loro progettazione e realizzazione. Ho anche pubblicato una rivista, anche solo per tre numeri, dedicata al mondo del software Android e iOS, nella quale misi a confronto proprio i primi due rappresentanti ‘seri’ del mondo tablet, appunto iPad e Galaxy Tab.

 

Un tablet migliore a minor prezzo?

Questa premessa per rivelarvi finalmente il ‘succo’ di questo articolo, ovvero che esiste un tablet WiFi da sette pollici che può tenere testa, come design e qualità e anche per molte caratteristiche, al Galaxy Tab WiFi da 7 pollici, ma che praticamente costa la metà, e si trova addirittura a meno della metà se acquistato in alcune offerte, come vedremo fra poco.

Lo Smart Pad 710c di Mediacom, un tablet Android economico ma ottimo

Il tablet Android Smart Pad 710c di Mediacom

Ma partiamo dall’inizio, ovvero dall’identità di questo ‘alieno’ nel mondo dei tablet economici: si tratta del tablet Smart Pad 710c di Mediacom, di cui vi ho appena linkato la scheda ufficiale nel nome per praticità. La versione provata è quella con il solo WiFi, difatti il confronto è con il tablet Samsung Galaxy Tab con solo WiFi. Ovviamente entrambi da 7 pollici.

 

Le ‘mancanze’ del tablet SmartPad di Mediacom

Per onestà partirò elencando ciò che questo tablet ha ‘di meno’ rispetto al Samsung Galaxy Tab da 7 pollici:

  • la fotocamera frontale (principale) del tablet è di 2 mp contro i 3,15 mp di quella del Samsung
  • la risoluzione video è di 800×480 pixel contro i 600×1024 pixel del Samsung
  • ha solo il sensore di rotazione ma non i sensori di prossimità, l’accelerometro, la bussola e il sensore di luminosità
  • appena acquistato il tablet di Mediacom non ha, preinstallato, l’Android Market standard (ma come scoprirete fra poco installarlo non è affatto difficile, basta sapere appunto come, e grazie al “losco figuro” ora lo saprete anche voi) ma un ‘market’ alternativo che illustrerò più avanti (il che, come vedrete, non è necessariamente uno svantaggio)
Il tablet Galaxy Tab da 7 pollici wifi di Samsung

Il tablet Galaxy Tab da 7 pollici wifi di Samsung: vale davvero tutto il suo prezzo?

 

Gli ‘extra’ del tablet SmartPad di Mediacom

Prima di elencare le cose che questo incredibile tablet economico ha invece in più (quindi date pure per scontate quelle che invece sono ‘uguali’, come il processore, i megapixel della fotocamera secondaria, la batteria, ecc.), è importante sottolineare che lo Smart Pad 710c di Mediacom costa, nella sua offerta più interessante (al momento credo su Amazon.it), anche perché incredibilmente è stato lanciato a luglio dell’anno scorso (e altrettanto incredibilmente nessuno ne parla). Parliamo, infatti, di circa 130 euro contro i 369 205 euro del Galaxy Tab. Ma passiamo agli aspetti in cui il tablet di Mediacom batte quello di Samsung, oltre che per il prezzo:

  • a fronte di un design che non ha niente a che fare con i ‘tablet economici’ (alias ‘cloni cinesi’) cui siamo abituati, e di conseguenza non ha niente da invidiare (anzi, semmai il contrario!) a quello del Galaxy Tab, lo Smart Pad pesa solo 3 grammi in più (383 vs 380, sulla carta, ma il mio amico lo ha pesato riscontrando 341 grammi) ma le sue dimensioni sono solo 190 x 11 x 116 mm a fronte dei 190,1 x 12 x 120,5 mm del Samsung, rendendolo quindi più ‘compatto’ e ‘stiloso’.
  •  la versione di Android è la 2.3 rispetto alla 2.2 del tablet Samsung
  • il sistema per il download delle app non è il tradizionale Android Market (che però come spiegherò più avanti si può installare comunque) che trovate sui tablet Android di marca ma SlideMe, un market alternativo che ha dei vantaggi rispetto a quello ufficiale (per es. la possibilità di installare ‘offline’ le apk dopo averle scaricate dal sito, usando la connessione USB e senza doversi registrare anche per quelle gratuite, oltre a un maggiore controllo sulla sicurezza delle app dovuto a una più rigida selezione)
  • la porta HDMI è di serie, è una miniHDMI quindi basta un adattatore (sul Samsung è disponibile solo aggiungendo il costoso dock)
  • la porta USB è di tipo ‘host’, quindi permette la connessione diretta di memorie di massa, lettori di schede di memoria, tastiere e mouse (con tanto di puntatore visualizzato)… sì, avete letto bene, anzi rileggevelo pure: non c’è bisogno né di un costoso dock né di una costosa tastiera aggiuntiva per collegare le stesse periferiche e memorie che colleghereste a un computer!

A questo punto non mi resta che spiegarvi (dopo che Flashblack lo ha spiegato a me) come installare semplicemente l’Android Market qualora ne sentiate la mancanza e vi scocciate di inviarvi le apk da Web per installarle manualmente sul tablet. La sequenza dei passi necessari è questa:

  1. procuratevi (basta cercare con Google) GoogleServicesFramework.apk e Gmail.apk e installatele
  2. riavviate il tablet
  3. avviate GMail e configurate il vostro account
  4. procuratevi allo stesso modo Vending.apk e installate anche questa
  5. lanciate Android Market e godetevelo (al limite procuratevi e installate anche updater.apk, potrebbe tornare utile)

A questo punto credo non ci sia bisogno di aggiungere altro, chi vuole commentare commenti, anche quelli che sono corsi da Euronics (oppure su un sito che ripropone la stessa offerta) a comprare subito il tablet di Mediacom, appena ritornano 🙂

 


Ricerche che hanno condotto a questo articolo: