La prima custodia iPad ‘ufficiale’

Premetto che sto ancora utilizzando un iPad prima serie, che tuttavia acquistai insieme alla ormai leggendaria custodia iPad originale Apple, un magnifico esempio di robustezza, praticità e leggerezza che ha preservato il mio iPad da urti e graffi per diversi anni e mi ha permesso, grazie alla sua ergonomia, di utilizzarlo in varie modalità e soprattutto quella ‘inclinata’ che torna particolarmente utile quando si deve digitare del testo per lunghi periodi.

L’utilizzo di un dispositivo mobile con uno schermo così ampio, in particolare quello dell’iPad da 10 pollici, è sicuramente associato ad ansie e timori relative all’integrità del display, soprattutto quando si deve trasportare il tablet in borsa o valigia o lo si deve poggiare temporaneamente su qualche superficie. Nello stesso tempo si sono evidenziate, quasi da subito, delle questioni ‘pratiche’ di utilizzo per le quali è sorta la necessità di poter contare su una ‘cover’ in grado di inclinare il tablet agevolando la digitazione o di tenerlo sollevato per migliorare la visualizzazione di contenuti per lunghi periodi (per es. la visione di video o di slideshow, l’uso di un orologio-sveglia, ecc.).

In questo articolo voglio provare a darvi alcuni consigli sulla scelta della custodia per iPad ideale e offrirvi nel contempo una panoramica dei diversi modelli di custodie per iPad classificandole in una serie di categorie principali, senza alcuna pretesa di esaustività ma con uno spirito di curiosità ed ‘entusiasmo geek’ sicuramente condiviso da molti di voi. Si tratta più che altro di una panoramica introduttiva dedicata ai neo-possessori di iPad che ancora non hanno ben chiaro quale custodia o cover scegliere. Bene, cominciamo con qualche consiglio generale sulla scelta della custodia, per poi passare a una breve rassegna…

Custodie per iPad, gli errori da evitare

Parto da un articolo pubblicato sul blog colcasac.com e dedicato alle nove cose da NON fare quando si sceglie una custodia per iPad: l’accento in questo caso è sulla ponderazione oltre che su una scelta votata alla qualità, ovvero il consiglio è di aspettare e guardarsi attorno prima di decidere, oltre che di investire abbastanza tenendosi lontani da prodotti che a fronte di un prezzo conveniente possono poi rivelarsi inadeguati o addirittura pericolosi per il tablet (per esempio le custodie costruite con materiali scadenti come il neoprene, oppure dotate di parti in movimento, in particolare metalliche).

L’altro accento è sulla praticità, ovvero evitare custodie che creino ingombro e peso eccessivi rendendo meno comodo l’uso dell’iPad oppure che rendano difficile accedere alle sue funzionalità, e non limitarsi ad acquistare una cover per il solo gusto di ‘vestire’ il proprio tablet. Per esempio la parte della custodia che copre il display dell’iPad deve essere facilmente ripiegabile all’indietro nel momento in cui si utilizza il tablet, e in generale qualsiasi custodia per iPad deve permettere l’accesso diretto e agevole ai pulsanti principali presenti sul tablet. Ovviamente fornisco il link a chi volesse dare un’occhiata all’articolo originale sulle 9 cose da evitare quando si sceglie una custodia per iPad (in inglese).

Custodie iPad per tutti i gusti e per tutte le tasche

Basta fare un giro su Amazon.it per capire quanto sia vasta l’offerta di custodie per iPad, con prezzi e caratteristiche di ogni genere. Il vantaggio di valutare l’acquisto attraverso Amazon.it è dato dalle recensioni degli utenti che riescono spesso a mettere chiaramente in evidenza i pregi ma anche i difetti di un prodotto. Inoltre, a differenza delle custodie proposte sul sito Apple, che spesso rappresentano le ‘giacenze di magazzino’, i modelli di custodia per iPad proposti da Amazon sono commercializzati da Amazon stessa ma anche da altri venditori, creando così un’offerta ampia e differenziata e un vantaggio economico dato dal fattore concorrenza.

Custodie iPad in pelle

Con un investimento di circa 23 euro, per esempio, è possibile acquistare l’ottima custodia LEICKE Manna che, oltre ad essere costruita in ecopelle e con una struttura robusta oltre che elegante, offre tutta una serie di vantaggi come il fermo per l’inclinazione a tre posizioni e la ‘maniglia’ che si può utilizzare tanto per tenere il tablet con una mano sola quanto per fissarlo a qualcosa (per esempio il poggiatesta del sedile in auto).

Volendo scegliere qualcosa di più leggero ed economico, ma senza rinunciare alla praticità e qualità, c’è invece la custodia per iPad di Swees, che ricorda molto quella originale Apple ‘a fisarmonica’ ma che viene venduta a circa 13 euro con in dotazione anche una pellicola di protezione per il display e persino un pennino.

Infine, ma ovviamente ho fatto solo tre fra i numerosi esempi di custodie per iPad in pelle disponibili su Amazon, c’è l’elegante ma sempre conveniente (circa 28 euro) cover per iPad di Jammylizard che, pur mantenendo le caratteristiche di praticità e compattezza/leggerezza già evidenziate, si presenta con un aspetto particolarmente elegante e professionale, così come il modello Cadorabo Flip Case che offre anche delle tasche interne per documenti e carte di credito.

Custodie iPad ‘rigide’ (gusci)

C’è chi preferisce proteggere solo la parte posteriore dell’iPad, e in questo caso si orienta verso i cosiddetti ‘gusci’, ovvero custodie rigide in poliuretano, silicone o addirittura in bambù (come quella di Jammylizard oppure la custodia+”stand” di Lavolta).

Personalmente se devo acquistare una custodia per iPad lo faccio per proteggere principalmente lo schermo (non sono un fanatico della perfezione che inorridisce di fronte a un graffio sul bordo o sul retro del tablet), ma i gusti sono gusti, e le esigenze pure.

Da evitare in questo caso le soluzioni economiche e basate su parti mobili (come dicevo nell’introduzione) dove al guscio posteriore è fissata una cover per il display, basta leggere i commenti a un prodotto come questa custodia da 9 euro per capire che il rischio di vederla andare in pezzi dopo qualche mese è troppo alto.

Custodie iPad con tastiera

Una categoria a parte è rappresentata dalle custodie che montano di serie anche una tastiera bluetooth. Queste vanno dall’economicissimo ‘guscio’ in alluminio con tastiera che costa meno di dieci euro al modello KeyFolio Executive di Kensington che supera gli 80 euro. Può essere una scelta interessante per chi, appunto, aveva già intenzione di abbinare all’iPad una tastiera bluetooth perché utilizza il tablet per digitare testi molto lunghi, quindi non trascurate questa possibilità e, come sempre, leggete le recensioni degli utenti o quelle sui siti dedicati per evitare brutte sorprese.

Custodie iPad a “borsa” o “borsello”

L’altra categoria di custodia per iPad è quella che serve unicamente a trasportare il tablet e funge quindi da “borsa” protettiva, da cui si tirerà poi fuori l’iPad al momento di utilizzarlo. Un modello molto gettonato è la custodia per iPad di AmazonBasics, che costa appena 7 euro, spesso abbinata al guscio in gomma per iPad 1 altrettanto economico (ma disponibile solo per la prima generazione di iPad, appunto). Spesso queste custodie prendono la forma di vere e proprie borse per iPad, come nel caso del modello “multitasking” di Tucano, che offre anche un vano per la tastiera Apple, oppure come la tracolla Young o quella di Belkin.

P.S. Qualcuno avrà certamente notato che, seppure io abbia cominciato l’articolo parlando della custodia Apple originale per il primo iPad, non ho poi menzionato quella altrettanto ‘ufficiale’ per i modelli successivi, la “Smart Case”. Non l’ho fatto perché è di solito la custodia per iPad che viene proposta in negozio (o sull’eStore) contestualmente all’acquisto del tablet, mentre questo articolo è dedicato a chi ha appunto acquistato un iPad senza custodia e decide in un secondo tempo di aggiungere questo accessorio.

 


Ricerche che hanno condotto a questo articolo:

Comments

comments

Powered by Facebook Comments