Temi WordPress gratuiti oppure a pagamento?

Chiunque abbia scelto di utilizzare WordPress sa benissimo che il sito ufficiale permette di scaricare centinaia di temi gratuiti, la maggior parte dei quali è tuttavia troppo legata alla classica struttura ‘a 2 colonne’ stile blog che nei vecchi temi WordPress era uno standard. Si comincia a vedere per fortuna qualche tema WordPress gratuito più allineato con gli standard dei siti Web professionali, ovvero con una home page strutturata in modo da poter mettere in evidenza alcuni contenuti e organizzare gli altri con una impaginazione grafica (layout) più professionale e aderente agli standard attuali.

Uno dei temi WordPress gratuiti sul sito ufficiale

Nell’area dedicata ai temi WordPress sul sito ufficiale si può trovare, quindi, anche qualche tema dall’aspetto abbastanza professionale, e voglio a tale proposito suggerire qualche trucco per individuare più velocemente questo genere di temi.

Cominciate prima di tutto con quelli nell’elenco dei temi WordPress gratuiti più gettonati (Most Popular), e una volta superati quelli ‘di serie’ (il cui nome comincia con “Twenty-“) individuate fra i successivi quelli che hanno una struttura simile ai temi professionali, generalmente composta da un elemento grafico più grande in alto seguito da una serie di elementi in riquadri o colonne subito dopo, come quello che vedete qui sotto.

Esempio di home page di un tema WordPress gratuito con layout professionale

Cliccando sul nome del tema accederete alla sua ‘scheda’ e al di sotto vedrete una serie di etichette (tag) associate, fra le quali ‘theme options‘ e ‘featured image‘, che indicano rispettivamente la possibilità di configurare la struttura e l’aspetto del tema attraverso un pannello di opzioni e quella di visualizzare i contenuti nella home page e negli elenchi di articoli associando a ogni contenuto una immagine specifica (immagine in evidenza, appunto ‘featured image‘ in inglese) sotto forma di miniatura. In genere i temi WordPress gratuiti dotati dell’una o dell’altra o di entrambe queste caratteristiche sono piuttosto simili ai temi WordPress professionali a pagamento.

Un’altra caratteristica ‘professionale’ da ricercare nei temi WordPress gratuiti è la loro capacità di adattarsi ai display dei dispositivi mobili (smartphone e tablet), che viene identificata con l’aggettivo ‘responsive‘: usando questa parola chiave nel campo di ricerca presente sulla home page dei temi WordPress gratuiti sul sito ufficiale otterrete quindi un elenco di temi recenti e sicuramente molto più professionali della maggior parte dei temi gratuiti presenti sul sito.

Nella vostra scelta tenete ovviamente sempre conto del voto che il tema si è guadagnato, o meglio del tipo di voti e del numero di voti alti rispetto a quelli bassi. I commenti associati ai voti sono altrettanto utili, ma ovviamente sono in inglese quindi non sarà facile per chi non conosce bene la lingua riuscire a capire i motivi per cui i vari utenti hanno dato un voto positivo o negativo al singolo tema.

 

Temi WordPress professionali, perché e quando sceglierli

Se il vostro obiettivo è il sitarello personale o quello per la scuola, oppure un qualsiasi altro sito da realizzare gratis per qualcuno, è naturale che non abbiate alcuna intenzione di investire neanche un euro per l’acquisto di un tema WordPress professionale e vi orienterete quindi verso i temi WordPress gratuiti. La scelta di un tema gratuito, tuttavia, può comportare dei problemi nel tempo e farvi pentire della decisione, per esempio quando nuove versioni di WordPress o dei plugin utilizzati sul sito risulteranno incompatibili col tema e quest’ultimo non viene più aggiornato.

esempio di tema WordPress ispirato al matrimonioUn altro problema potrebbe sorgere con la necessità di apportare delle modifiche strutturali o di stile al tema scelto: quando si sceglie un tema professionale in genere gli sviluppatori offrono l’assistenza e sono propensi a fornire informazioni e consigli di vario tipo, almeno fino a quanto le modifiche desiderate non richiedano un lavoro di personalizzazione vero e proprio (nel qual caso c’è ovviamente da pagare il relativo servizio). Gli autori dei temi WordPress gratuiti, non ricevendo alcun profitto dal loro utilizzo, sono tutt’altro che propensi a fornire assistenza e a volte addirittura ad aggiornare il tema stesso, aspetto quest’ultimo che come abbiamo visto può rivelarsi cruciale nel tempo. Infine, di sicuro fra i temi WordPress gratuiti non troverete modelli come quello dell’immagine qui a sinistra, dedicato per esempio ai siti con tema specifico (in questo caso matrimoniale, il tema in questione è The Wedding Day ed è uno fra i tanti disponibili su Theme Forest).

Volendo riassumere brevemente le situazioni in cui è opportuno impiegare un tema WordPress professionale a pagamento invece che uno dei tanti temi gratuiti, potremmo dire che quelli a pagamento sono consigliabili quando:

  1. ricevete un compenso per il sito da realizzare (anche modesto, ma che copra abbondamentemente il prezzo del tema stesso)
  2. dovrete occuparvi del sito anche in seguito, per manutenzione, aggiornamenti o modifiche o comunque perché vi assumete la responsabilità del suo funzionamento in quanto creatori del sito
  3. il sito sarà visto da un pubblico abbastanza numeroso e decidete di inserire un link o altro riferimento a voi che l’avete sviluppato oppure intendente menzionarlo in qualche occasione da cui potrebbe derivarne altro ‘lavoro’ di questo tipo, preferibilmente retribuito
  4. chi vi chiedere di realizzare il sito è un vostro superiore (per es. l’azienda pubblica o privata presso cui svolgete un lavoro regolare di altro tipo), di conseguenza rientrano nell’ipotesi anche i punti 1 e 2
  5. il sito richiede un tema particolarmente ‘dedicato’ in quanto deve riflettere un argomento particolare (vedi immagine di esempio precedente)

Il costo di un tema WordPress professionale può essere anche molto ridotto, come vedremo fra poco, quindi non esitate a scegliere uno di questi temi se dovrete utilizzarlo in una delle situazioni sopra elencate.

 

Quanto costano i temi WordPress professionali?

In questo articolo, per ‘temi WordPress professionali‘ intendiamo quelli che hanno comunque un costo e non rientrano quindi fra i temi WordPress gratuiti, sebbene come abbiamo visto fra questi ultimi sia presente anche qualche esempio che è sicuramente classificabile come ‘professionale’.

Molti di voi sicuramente suppongono che un tema WordPress professionale debba necessariamente avere un costo tale da diventare poco conveniente nel caso in cui il compenso per la realizzazione del sito sia modesto, ma per fortuna non è così: il costo di un tema WordPress commerciale può partire da pochi euro e raggiunge, nella maggior parte dei casi, una cifra inferiore ai 50 euro.

elenco di temi WordPress popolari su ThemeForest

La differenza di prezzo dei temi WordPress commerciali è data dalla modalità di acquisto adottata: se si scegliere di acquistare un tema singolo, per esempio da un sito come Theme Forest, il costo del tema può raggiungere facilmente i 50 dollari o superarli (come si può notare dai prezzi dei ‘temi più popolari’ elencati nell’immagine qui sopra), ed è quindi una scelta che può essere preferibile solo quando il tema in questione è particolarmente adatto al progetto Web che si intende sviluppare. Personalmente, però, mi è capitato di investire cifre simili e ritrovarmi poi con tema i cui sviluppatori hanno smesso di fare aggiornamenti e sono addirittura spariti da Theme Forest, lasciandomi senza assistenza e appunto senza possibilità di aggiornare il tema.

Scegliendo invece la formula dell’abbonamento annuale a un sito che propone temi diversi e sempre più numerosi, come Elegant Themes o CSS Igniter, con una spesa ANNUALE tutto sommato ‘ridicola’ (69 dollari l’anno, nella versione base) ci si porta a casa decine di temi WordPress professionali utilizzabili in progetti di vario tipo e godendo nel contempo dell’assistenza e della sicurezza di aggiornamento che questo genere di siti può offrire. Spesso mi sono visto fare delle domande importanti riguardo agli eventuali o presunti limiti di questi ‘abbonamenti’, per cui voglio subito dissolvere ogni dubbio precisando che un abbonamento annuale a questi siti, per quanto contraddistinto da un prezzo basso, permette in ogni caso di:

  • scaricare tutti i temi WordPress disponibili e i loro aggiornamenti nel corso dell’anno in cui si è registrati, anche più volte
  • utilizzare ognuno dei temi scaricati anche su più siti
  • continuare a utilizzare i temi scaricati anche dopo che l’abbonamento è scaduto e si decide di non rinnovarlo (perdendo però in questo caso l’assistenza e gli aggiornamenti)

Detto ciò, non mi resta che parlarvi del mio sito di temi preferito e spiegarvi come mai l’ho scelto per la maggior parte dei miei progetti Web e incluso anche negli esempi pratici descritti all’interno del mio libro “Webmaster con WordPress“.

 

10 buoni motivi per scegliere i temi WordPress di Elegant Themes

libro Webmaster con WordPress copertinaNel mio libro e nell’omonimo blog Webmaster con WordPress ho già avuto modo di menzionare i temi WordPress professionali di Elegant Themes fra quelli che offrono il migliore rapporto fra prezzo e qualità, ma non ho ancora spiegato perché a tutt’oggi rappresenta la formula ‘abbonamento’ da me preferita. Eccovi quindi una serie di motivi per cui preferisco i temi WordPress di Elegant Themes rispetto ad altri, motivi che ovviamente rappresentano anche una guida alla scelta di abbonamenti a temi WordPress come questo nel caso vogliate orientarvi fra le offerte attualmente disponibili sul mercato:

  • ampia scelta di temi WordPress (al momento 86) e aggiunta frequente di nuovi
  • forum di assistenza ricco di informazioni ed efficiente
  • aggiornamenti costanti dei temi
  • possibilità di scaricare anche plugin ed elementi grafici compresi nel prezzo
  • tre diverse formule di abbonamento, fra cui quella ‘developer‘ (per scaricare anche i template Phostoshop dei temi WordPress) e ‘lifetime access‘ per usufruire a vita del servizio e dei temi senza quindi alcuna necessità di rinnovo mensile
  • compatibilità dei temi con il plugin per siti multi-lingua WPML
  • caratteristica ‘responsive’ dei temi WordPress più recenti e graduale aggiornamento per i precedenti
  • possibilità di tradurre in italiano sia la parte pubblica (front-end) sia quella di amministrazione del tema usando i file standard di lingua
  • disponibilità di temi ‘specializzati’ per progetti specifici (vedi elenco qui in basso)
  • presenza di ‘shortcode’ per la creazione di impaginazioni particolari o l’inserimento di elementi grafici speciali nei contenuti
  • possibilità di utilizzare dei ‘template’ per creare pagine particolari (gallerie, portfolio, pagina dei contatti, ecc.)
  • pannelo di configurazione comune a tutti i temi, seppur con variazioni relative alle caratteristiche specifiche di ogni tema, e dotato di possibilità di personalizzazione tramite semplici codici CSS

Se l’elenco di vantaggi di cui sopra non dovesse bastarvi, aggiunto un piccolo elenco di esempi dei temi WordPress ‘specializzati’ presenti fra quelli di Elegant Themes, che possono permettervi di sviluppare dei siti per progetti particolari che vanno dall’attivià specifica del cliente (immobiliare, ristorazione, band musicale, ecc.) alla creazione di veri e propri portali o ‘applicazioni’ (siti di annunci, FAQ, sito-CV, web magazine, ecc.)

Alcuni esempi di temi WordPress specializzati di Elegant Themes

temi WordPress per ecommerce su Elegant Themes

eStore, uno dei temi di e-commerce su Elegant Themes

uno dei temi WordPress stile Web magazine di Elegant Themes

TheStyle è uno dei temi stile Web Magazine

tema WordPress "Notebook" di Elegant Themes

Notebook è un tema stile ‘Tumblr’ per contenuti anche multimediali

Eplorable è uno dei temi specializzati di Elegant Themes

Explorable permette di creare portali o siti a tema basati su mappe geografiche

 

uno dei temi WordPress specializzati di Elegant Themes, Elist

eList permette di creare portali di annunci

 

… e altri temi WordPress nella categoria ‘App’ di Elegant Themes che vi invito a esplorare. A questo punto non mi resta che invitarvi a commentare, con domande, osservazioni e altro!